Blog

Il museo dell' Accademia di Belle Arti cinese

Come sempre, mi diletto nella ricerca di green buildings e, dopo il Bosco Verticale di Stefano Boeri, oggi ve ne presento uno molto particolare.
In una terra molto molto lontana, precisamente in Cina, l'architetto Giapponese Kengo Kuma ha realizzato il museo dell' Accademia di Belle Arti a Xiangshan. In un'ottica di promozione culturale e sociale del patrimonio artistico cinese, l'università di Xiangshan in accordo con l'università di Pechino, nella primavera 2014 ha fatto sì che venisse realizzata nei sobborghi di Hangzhou una nuova accademia della quale, Kengo Kuma ha progettato il grandioso museo.

L'edificio di 4.936 metri quadrati si sposa alla perfezione con l'ambiente collinare che lo circonda senza deturpare il territorio o risultare invasivo alla vista. Armonizzato nel contesto è leggero ed elegante con quel rigore tipico del Sol Levante. 

Kengo Kuma ha anche cercato di riutilizzare le pietre di vecchi edifici dismessi di Hangzhou per far sì che il corpo del museo possa evolversi da "il cortile del tea" ad architettura.

| english text below |

Last week I told you something about Bosco Verticare designed by Stefano Boeri in Milano and today I'd like to show you another green building...in China! 

To promote art and culture, Central Academy of Fine Arts in Beijing and China Academy of Art in Xiangshan made the plan to build a new university with a great chinese culture museum in Hangzhou.
Japanese Architect Kengo Kuma designed all the building perfectly harmonized with the hill landscape and it reminds me a graceful origami  placed in the green view.

Kengo Kuma also tried to reuse old clays and tiles from desused houses in Hangzhou to make the museum the evolution from "soil of the tea gardens" into architecture.

| credits |